marzo 13, 2013

Macarons au Chocolat

Macarons au Chocolat

A volte la nostalgia accompagna le mie giornate, i pensieri vagano alla ricerca di ricordi felici come in una Parigi da i colori pastello come quella di questa estate, dove la luce chiara soffocava i miei soliti pensieri e il profumo di piccole mandorle farcite suscitava in me gioie inaspettate. E a volte bisogna riviverle quelle sensazioni. Ed è la cosa straordinaria del cibo, rievoca ricordi, profumi e sensazioni e mi basta chiudere gli occhi per ritrovarmi ancora lì davanti ad Hermeé. Questo è il bello di avere degli albumi invecchiati in frigorifero e la voglia smisurata di rimettermi a fare i macarons. I primi risalgono all'inizio del blog e già furono un successone (almeno per me) ma questa volta, questi sono stati esilaranti, c'è sempre tanta soddisfazione nel farli e vederli crescere piano nel forno al punto di formare la classica coroncina alla base,  lisci e leggeri, non so forse potrei sembrare anche un po' scemo ma a me i macarons (dato che li amo alla follia) suscitano questa gioia. E poi che altro dire ho ancora degli albumi che aspettano di essere trasformati in macarons, dunque ne vedrete altri su questi schermi =)))

Macarons au Chocolat

Ingredienti:
  • 2 albumi “invecchiati” di 1-2-3 giorni a temperatura ambiente
  • 80 g di mandorle
  • 120 g di zucchero a velo
  • 50  g di zucchero
  • 1 pizzico di sale
Per la farcia al cioccolato:
  • 60 g di burro morbido
  • 2 cucchiaini di cacao in polvere
  • 1 cucchiaini di vaniglia in polvere
  • 125 g di zucchero a velo
  • 100 g di cioccolato fondente al 70% fuso
  • cacao per per spolverizzare (opzionale)
Procedimento:
  1. Tritate nel mixer molto bene le mandorle aggiungendo mano a mano lo zucchero a velo un cucchiaio alla volta . Setacciate poi la polvere ottenuta in una ciotola. 
  2. Montate gli albumi con un pizzico di sale aggiungendo lo zucchero semolato in 3 parti per formare una meringa ben ferma. 
  3. Aggiungete alla meringa il mix di mandorle+zucchero a velo e mescolate fino a quando il composto non formerà la caratteristica consistenza "a nastro": se, sollevando la spatola, il composto scende compatto ma liscio, allora è pronto all'uso. E' bene verificare spesso la consistenza, onde evitare di liquefare troppo il macaron. Versate in una tasca da pasticceria con la punta tonda liscia e abbastanza grande (circa 1 cm).
  4. Formate sulla carta da forno i macarons ben distaccati battete la teglia sul piano di lavoro per appiattirli e uniformarli e lasciarli riposare all'aria per circa 30 minuti. 
  5. Infornate a forno caldo per 13/15 minuti circa a 150°C su una teglia appoggiata su un'altra teglia da forno per avere un doppio fondo (questo serve per avere l'impatto di calore e far formare la classica coroncina del macaron) e lasciate raffreddare completamente prima di staccarli. 
  6.  Per la farcia al cioccolato: In una ciotola unite tutti gli ingredienti e con le fruste montate il composto fino a formare una crema. A questo punto farcite i macarons accoppiando due gusci. Spolverizzateli con un po’ di cacao.
________
Note: 
-Vi consiglio di imburrare le leccarde prime di adagiarci sopra la carta forno, e di creare dei piccoli cerchi guida con una matita per  formare i dischi di meringa.
-Data la mia scarsa maestria con la tasca da pasticceria, io ho usato un cucchiaino per formare i dischi. 

Macarons au ChocolatMacarons au Chocolat

14 commenti:

  1. Risposte
    1. Detto da te Parigina d'adozione è un complimentone <3

      Elimina
  2. soddisfazione pura! sei bravissimo. <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesorooooo si si.... ne arriveranno altri dammi il tempo di invecchiare gli albumi e altri macarons saranno presto qui =)

      Elimina
  3. Il cibo è una delle cose che, per me, è in grado di rievocare ricordi bellissimi. A partire dai piatti che mangiavo da piccola fino ai macarons e ai meravigliosi dolci francesi che mi ricordano, come nel tuo caso, Hermè (mentre ti scrivo sospiro). Sono contenta che ne vedremo altri, perchè ti sono venuti proprio bene!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  4. Tesoro bello! Come stai? Un po' meglio? :D Che meraviglia questi tuoi macarons! Si vede che sono pieni d'amore e di ricordi unici.. hai dipinto emozioni in un'immagine e hai dato nuova vita alle sensazioni chiuse nella mente, con il loro sapore divino! <3 Che potere hanno profumi e sapori, vero? E i ricordi servono proprio a questo.. forse con un po' di malinconia, ma ci regalano la possibilità di 'non dimenticare' e ritrovare sempre, dentro di noi, la possibilità di vivere attimi eterni! TVB! Un abbraccione!

    RispondiElimina
  5. Amo il cibo e tutte le sensazioni e i ricordi che porta con se. Questi macaron sono meravigliosi come le tue foto!
    Buona giornata
    laura

    RispondiElimina
  6. Sei veramente un fenomeno!!! Da quando ho scoperto il tuo blog non posso fare a meno di sbirciare le tue notevoli doti in tutto quello che fai ... anche le foto sono stupende e penso lo siano anche le ricette che prepari, pensa anche io adoro la fotografia (quella analogica B&W) ma possiedo una reflex come la tua che non so usare granchè invece guarda tu che cosa non riesci a fare!! Un giorno mi devi spiegare ... anche perchè adoro cucinare e faccio tante foto che ho l'archivio pronto per creare un blog ma mi sto incartando con che nome poterlo aprire ....
    Complimenti davvero, hai una nuova fan!
    Sabry

    RispondiElimina
  7. Sono venuti una meraviglia <3
    Io,per quanto mi riguarda, non penso che avrò mai il coraggio di provare a farli. Mi limiterò a guardare i tuoi con occhi sognanti ancora per un po'.
    bacino :*

    RispondiElimina
  8. che rabbia! sai che sono a quota ben 5 volte che ho provato a farli ?ma senza successo. ..uffa proverò la tua ricetta sperando in un esito positivo. bravo bravo bravo!

    RispondiElimina
  9. Io ho provato e fallito con i macarons...devo sempre ritentare... :)
    Stupendi! Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Macarons, Parigi, ricordi, sapori come epifanie... quanto "sento" tutto!

    RispondiElimina
  11. Sono straordinari, come le tue foto e i tuoi colori. Bravo Marcello!;-)

    RispondiElimina