settembre 08, 2014

Victoria Lemon Sponge Cake


VICTORIA LEMON SPONGE CAKE

Strano e emozionante ritrovarsi a scrivere qui nel mio rifugio come ormai ho detto più e più volte, scrivere di nuovo di me del tempo enorme passato senza postare, cucinare (sporadicamente) e fotografare (sempre) torte. Ma per chi mi segue non solo qui sul blog sa perfettamente che il mio mondo è cambiato, ma questo non l'ho mai dimenticato anzi è stato di forte insegnamento per la fotografia che faccio ora, palestra di sogni questa che mi ha fatto navigare tra luci e profumi, analizzandomi continuamente.  Nei mesi di silenzio di zucchero, lotto e creo in continuazione mi innamoro di profondi occhi del sud, dove i limoni sono il sole, e i sorrisi vita. Ho imparato ad andare avanti a non scendere mai a compromessi, a comunicare con la luce ma con la mia di luce, cercando di non accontentare nessuno se non me stesso. Poi ci si ritrova di nuovo in famiglia, in quella cucina dove scrivevo di me e montavo uova, e la voglia riprende il sopravvento dedicandomi a me stesso alla preparazione di una torta. Ed eccola palesarmela di fronte, una torta che probabilmente racconta l'assenza dalla mia piccola tana, i limoni, limoncello e pan di spagna e poi il resto viene da se, non è più facile scrivere ora mai, c'è una nuova consapevolezza in me che le immagini raccontano.  

VICTORIA LEMON SPONGE CAKE

Ingredienti: 
Per una teglia da 15X10 di diametro

Per il pan di spagna: 
  • 3 uova grandi a temperatura ambiente
  • 90 g di zucchero 
  • 80 g di farina 
  • 10 g di fecola di patate
  • un cucchiaino di vaniglia in polvere 
  • la scorza di un mezzo limone 
Per la crema: 
  • 3 tuorli 
  • 250 g di latte intero 
  • 35 g di farina 
  • la scorza di 1 limone 
Procedimento: 
  1. Preriscaldate il forno a 180°C e imburrate ed infarinate lo stampo e mettetelo da parte. 
  2. In una ciotola unite tutte le polveri setacciandole due volte e lasciatele da parte. 
  3. In un'altra ciotola montate le uova con lo zucchero, fino a che saranno chiare e spumose circa 15 minuti. 
  4. Aggiungete poco alla volta le polveri amalgamandole dal basso verso l'alto cercando di non far smontare la montata di uova, con movimenti decisi. 
  5. Quando le polveri si saranno ben amalgamate, versate la pastella nello stampo e cuocete per 45 minuti senza mai aprire il forno. 
  6. Passato il tempo di cottura fate la prova stecchino. Sfornate e sformate e lasciate raffreddare completamente su di una gratella. 
Per la crema:
  1. In un pentolino fate intiepidire il latte con le scorze del limone. 
  2. Nel mentre in una ciotola sbattete i tuorli con lo zucchero energicamente, unite la farina e amalgamate bene il tutto. 
  3. Togliete il latte dal fuoco quando sarà tiepido, levate le scorze del limone e versatelo lentamente sul composto di uova continuando a mescolare. 
  4. Versate tutta la pastella nuovamente nel pentolino e rimettetelo sul fuoco mescolate continuamente fino a quando la crema non comincerà ad addensarsi e velare la spatola. 
  5. Versate la crema densa in una ciotola e lasciatela raffreddare adagiando un velo di pellicola a contatto sulla crema. 
Per l'assemblaggio: 
  1. Prendete la base ormai fredda e tagliatela in due con un coltello a lama seghettata. 
  2. Bagnate le due parti con la bagna che preferite ( io ho fatto una bagna in parti uguali tra limoncello e acqua). 
  3. Spalmate a cucchiaiate la crema sulla metà inferiore, chiudete la torta con l'altra metà spargete con dello zucchero a velo (a piacere) e servite. 

VICTORIA LEMON SPONGE CAKE
VICTORIA LEMON SPONGE CAKE

23 commenti:

  1. Leggere e guardare le tue foto, mi sono persa come sempre... Anche se è passato del tempo, mi fa piacere ritrovarti. Un caro abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ritornerò sempre, perché è la culla qui e voi tutte mi avete in parte cresciuto e sostenuto sempre !!

      Elimina
  2. Bentornata, le foto...magnifiche!
    Baci,
    Cri

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. E io anche lo sono di essere ritornato silenziosamente qui. MANCAVATE

      Elimina
    2. io ascolto tutti i silenzi.
      ti aspettavo.
      ma anche uno l'anno avrebbe la forza di coprire tutti i giorni restanti... :*

      Elimina
  4. Oh ma come sono felice di rivederti qui Marce!!!!
    Sono davvero felice! :*
    Ovviamente la torta e le foto sono da urlo :)

    RispondiElimina
  5. Sounds delicious, but I'm most impressed by the beautiful beautiful photography

    RispondiElimina
  6. le tue foto sono commoventi e bellissime. bentornato.

    RispondiElimina
  7. che gioia ritrovarti qui Marcello, adoro tutto perfino il punto di blu di quella parete..
    ti seguo (e lo sai) con grandissima ammirazione in tutto quello che fai, per i meravigliosi risultati che stai raggiungendo, per la tua continua, incessante, inesauribile voglia di migliorarti ogni giorno..
    ma qui, in questo angolo di paradiso dove sono custoditi tutti i dolci che vorrei saper cucinare, è qui che ritrovo il Marcello poetico e delicato proprio come un soffio di zucchero a velo.. un grande abbraccio a te e continua così!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e che dire Barbara l'emozione nel leggerti <3

      Elimina
  8. Sono felice di essere approdata quasi per caso in quest'osasi di delicatezza e poesia. Complimenti per tutto quanto, Marcello: sei giovanissimo ma davvero talentuoso.
    Giulia

    RispondiElimina
  9. Seguirti, vederti crescere, vederti volare alto, mentre osservi il mondo da lì, dove l'aria è rarefatta e da le vertigini a noi comuni mortali...è un privilegio per il quale ti ringrazio! <3
    Forse le parole non sono più così facili come una volta, ma le tue foto raccontano più di 100 enciclopedie. Sei meraviglia, sempre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed è sempre bello riuscire a volare ed arrivare negli occhi <3

      Elimina
  10. Anche se non ti ho perso di vista nemmeno un attimo, sono davvero contenta di ritrovarti qui, dove tutto è cominciato.
    E' bello quello che dici, la consapevolezza a cui sei arrivato migliorando(ti) giorno per giorno, sono sullo stesso percorso e spero prima o poi di raggiungerla pienamente anch'io.
    Ti faccio i miei migliori auguri per tutto e spero di rileggere presto la tua poesia.
    Un bacione

    RispondiElimina
  11. Ogni volta che torni,lasci una scia indelebile.
    Queste foto parlano da sè, con la loro luce, la tua.
    Ti auguro il meglio,
    un abbraccio

    RispondiElimina
  12. Bellissimo rileggerti.
    Toni, luci, ombre, torta perfetti.

    A presto. <3

    RispondiElimina
  13. Felice di ritrovarti! Tanto. Un abbraccio

    RispondiElimina
  14. Che strano, ti avevo lasciato un commento ma non lo vedo più... volevo soltanto dirti che sono felice per questo post! Un abbraccio

    RispondiElimina